Slide background
Image

Chi Siamo

Assoeventi si riconosce nei valori organizzativi del sistema confederale e supporta le imprese associate nei loro processi di sviluppo e di crescita, con particolare riferimento al potenziamento ed al rafforzamento della loro immagine e della loro attrattività.
Assoeventi si pone in essere ogni azione di rappresentanza, assistenza e tutela, utile al miglioramento del quadro normativo di riferimento per i settori rappresentati ed alla creazione di un contesto esterno favorevole alle imprese associate.
Image

MISSION & VISION

Assoeventi organizza e coordina attività di formazione ed iniziative mirate di internazionalizzazione per favorire l’innalzamento degli standard qualitativi delle prestazioni delle proprie imprese associate nonché l’accrescimento delle loro quote di mercato, con particolare attenzione alla soddisfazione della domanda proveniente dai mercati esteri. Assoeventi è impegnata al miglioramento continuo della comunicazione interna e della promozione verso l’esterno delle attività rappresentative, anche nel quadro della valorizzazione delle capacità e delle eccellenze del sistema Italia. Assoeventi non persegue fini di lucro. Può, tuttavia, promuovere o partecipare ad attività di natura imprenditoriale purché strumentalmente finalizzate ad una migliore realizzazione dei propri scopi associativi.
Image

GOVERNANCE

La governance è costituita dagli Organi associativi e a comporre il consiglio direttivo sono il Presidente e i Vicepresidenti.

Gli organi associativi di Assoeventi sono:
1. Assemblea
2. Consiglio generale
3. Presidente e Vice Presidenti
4. Probiviri e revisori contabili

Consiglio Generale:
1. Michele Boccardi, Presidente
2. Antonello Biriaco, Vice Presidente
3. Stefano Gabbrielli, Vice Presidente
4. Vincenzo Borrelli, Vice Presidente

5. Gianluca Scavo, Vice Presidente
6. Elena Lovera, Consigliere
7. Mauro Natale, Consigliere
8. Giancarlo Mignosa, Consigliere
9. Stefano Fiori, Consigliere
10. Maria Criscuolo, Delegata dal presidente al marketing associativo

LE DELEGHE

Image

RAPPORTI ISTITUZIONALI

Michele Boccardi

Presidente con delega rapporti istituzionali

Image

FORMAZIONE

Stefano Gabbrielli

Vice Presidente con delega alla Formazione

Troppo a lungo il settore degli eventi è stato percepito come un fai-da-te la cui gestione è prevalentemente esperenziale.
La formazione invece è indispensabile per chi si avvicina a questo settore, ed è necessario impartirla in maniera ineccepibile.
Punterei ad una collaborazione con la LUISS che ha già un’ampia gamma di corsi che potrebbero essere adattati al settore degli eventi, tra gli altri il programma executive concentrato nel fine settimana ma anche management dell’ospitalità e della ristorazione.

Il nostro focus dovrebbe concentrarsi sulla
- formazione degli addetti ai vari livelli, in particolare accoglienza
- formazione linguistica (inglese)

Una riflessione particolare sull’inserimento lavorativo nel nostro settore dei giovani attraverso servizi di assistenza congressuale (hostess, steward ...) . Questi dovrebbero essere inquadrati da un punto di vista normativo visto che al momento non esistono strumenti efficaci dopo la cancellazione dei voucher lavoro.
Image

RICERCA MERCATI EMERGENTI

Gianluca Scavo

Vice Presidente con delega a Ricerca dei mercati emergenti e rapporti con le pubbliche amministrazioni regionali e con le altre componenti del sistema associativo

Assoeventi si riconosce nei valori organizzativi del sistema confederale e supporta le imprese associate nei loro processi di sviluppo e di crescita, con particolare riferimento al potenziamento ed al rafforzamento della loro immagine e della loro attrattività. Assoeventi si pone in essere ogni azione di rappresentanza, assistenza e tutela, utile al miglioramento del quadro normativo di riferimento per i settori rappresentati ed alla creazione di un contesto esterno favorevole alle imprese associate. Assoeventi organizza e coordina attività di formazione ed iniziative mirate di internazionalizzazione per favorire l’innalzamento degli standard qualitativi delle prestazioni delle proprie imprese associate nonché l’accrescimento delle loro quote di mercato, con particolare attenzione alla soddisfazione della domanda proveniente dai mercati esteri. Assoeventi è impegnata al miglioramento continuo della comunicazione interna e della promozione verso l’esterno delle attività rappresentative, anche nel quadro della valorizzazione delle capacità e delle eccellenze del sistema Italia. Assoeventi non persegue fini di lucro. Può, tuttavia, promuovere o partecipare ad attività di natura imprenditoriale purché strumentalmente finalizzate ad una migliore realizzazione dei propri scopi associativi.
Image

TRIBUTI E FISCALITÀ

Antonello Biriaco

Vice Presidente con delega a Tributi e Fiscalità

L’esercizio della delega relativa alla definizione delle proposte inerenti la modifica di profili tributari, ambientali e di contrattualistica di lavoro riguardanti le imprese della filiera Assoeventi procederà secondo i seguenti step:
1. Identificazione delle singole tipologie merceologiche coinvolte nella filiera;
2. Dettagli dello stato attuale dell’arte vigente nei settori individuati e delle situazioni desiderate;
3.Individuazione di specialisti che supportino la stesura delle varie proposte e appostazione di specifico budget;
4. Ad adiuvandum (o in maniera esclusiva qualora il suddetto budget sia insufficiente), apertura di un tavolo di lavoro con le competenti Aree di Confindustria.

Image

INTERNAZIONALIZZAZIONE

Vincenzo Borrelli

Vice Presidente con delega all’Internazionalizzazione

“CEO di Sire Ricevimenti. Ho desiderato e fortemente voluto la delega all’internazionalizzazione. L’Italia è considerata, a ragione, la più bella location a cielo aperto per l’industria Cinematografica mondiale. Il nostro intento è quello di farla diventare anche il luogo preferito per i grandi eventi, ma anche sedimentare le Peculiarità e gli aspetti positivi tipici della nostra cultura in termini di ospitalità.”
Delega all’internazionalizzazione e ai grandi eventi corporativi e leisure.
Particolare attenzione ai Mercati BRIC
Presso la sede della Confederazione Generale dell’Industria Italiana – Confindustria a Roma, si è costituita Assoeventi, alla presenza di Confindustria Bari e Barletta – Andria - Trani, Confindustria Catania, Confindustria Cuneo, Confindustria Molise, Unione Industriali Napoli, Confindustria Siracusa, Confindustria Firenze, Assolombarda Confindustria Milano, Monza e Brianza, Lodi.

Il Presidente

Michele Boccardi, presidente
MICHELE BOCCARDI
PRESIDENTE

I Vicepresidenti

Antonello Biriaco, vicepresidente
ANTONELLO BIRIACO
VICE-PRESIDENTE
STEFANO Gabbrielli, vicepresidente
STEFANO GABBRIELLI
VICE-PRESIDENTE
vincenzo borrelli vicepresidente
VINCENZO BORRELLI
VICE-PRESIDENTE
Gianluca Scavo, vicepresidente
GIANLUCA SCAVO
VICE-PRESIDENTE
Maria Criscuolo, consigliere
MARIA CRISCUOLO
DELEGATA DAL PRESIDENTE AL MARKETING ASSOCIATIVO

I Consiglieri

Stefano Fiori, Consigliere
STEFANO FIORI
CONSIGLIERE
Diego Bivona, consigliere
GIANCARLO MIGNOSA
CONSIGLIERE
Elena Lovera, consigliere
ELENA LOVERA
CONSIGLIERE
Mauro Natale, consigliere
MAURO NATALE
CONSIGLIERE

EVENTS

Da sempre, l’uomo è abituato a condividere qualsiasi tipologia di evento gli venga proposto. Gli eventi, possono essere ritenuti delle manifestazioni in cui si cerca di riunire più persone possibili nello stesso luogo. L’indole dell’uomo ovviamente è

orientata verso l’incontro con i pari ed è per questo che gli viene semplice aggregarsi attorno ad un obiettivo comune, che lo porta a condividere un momento speciale e collettivo. Tuttavia il fenomeno negli ultimi anni si è concretizzato in maniera differente, a tal punto da essere ritenuto sia un passatempo, cioè una valvola di sfogo che ti permette di uscire dalla solita routine quotidiana, e sia un richiamo turistico.
Per gestire il tutto, è stato necessario ricorrere a un team di esperti capace di occuparsi della parte relativa al marketing.

Ciò che caratterizza gli eventi è la loro eterogeneità, infatti in questa categoria si possono includere molteplici manifestazioni diverse tra di loro, che hanno risonanza a livello internazionale e anche mondiale come nel caso degli Expo. La loro peculiarità più importante è la durata limitata nel tempo, poiché il fatto di avere un inizio e una fine sicura, è l’origine di gran parte del suo appeal. Infatti, un evento rispetto ad un programma televisivo che può essere fruito in qualsiasi momento, ha maggiore considerazione da parte del pubblico che consapevole di ciò sa di avere a disposizione una frazione limitata di tempo per parteciparvi e questo alimenta la tensione e il coinvolgimento, specialmente nel caso di eventi unici nel loro genere.

le aree di attività interessate ad un evento:
  • Culturale (eventi che promuovono arte e cultura in tutte le sue forme: musica, cinema, danza, mostre, teatro...);
  • Sportiva (partite, competizioni, campionati...);
  • Commerciale (lanci di prodotto, fiere di settore, eventi di marketing e comunicazione...);
  • Politica (conferenze, feste di partito...);
  • Religiosa (le sole funzioni religiose possono essere considerate eventi, anche se non influenti per questa tesi);
  • Tecnologica (lancio di nuovi prodotti o servizi, presentazioni di innovazioni...);
  • Eno-gastronomica (saloni, fiere...);
  • Folkloristica (eventi storici, spesso legati al territorio...);
  • Educational (promozione di località, territori, educational tour per operatori turistici...).

LUXURY

In materia di eventi di lusso, abbiamo dati relativi alla statistica che confermano quanto l’event marketing sia una modalità essenziale in un piano di comunicazione che mira all’esaltazione del made in italy. La presenza di un evento in una progettazione di marketing incrementa la fidelizzazione del consumatore e genera nuove lead e ingrandisce il network. L’evento, quindi, di lusso, diventa una esperienza correlata a ciò che il brand vuole trasmettere e non solo uno strumento di comunicazione.

Cosa incredibile e da mettere in evidenza che nonostante si stia attraversando un periodo di forte crisi, il luxury piace sempre e mai tramonta.

Accoglienza autentica anche nel lusso. Gli stranieri apprezzano l’Italia anche in un comparto in forte competizione a livello internazionale, solo che restano affascinati dalla cultura e dallo stile di vita oltre che dalla gastronomia. Gli stranieri scelgono la qualità di strutture con servizi personalizzati e che possono dare valore all’esperienza degli ospiti. La parola luxury ha invaso un po' tutti gli ambiti, compreso quello degli Eventi che si differenziano molto tra loro portando con sé ognuno obiettivi differenti con target altrettanto diversi.

WEDDING

Secondo l’indagine realizzata dal Centro Studi Turistici di Firenze, è di 500,1 mln di euro il fatturato stimato del Destination Wedding in Italia nel 2018. I dati sono stati ricavati dall’analisi di oltre 1.600 tra questionari e interviste telefoniche rivolte ad operatori del settore e wedding planners.
Per quel che riguarda il numero dei matrimoni stranieri in Italia, nel 2018 è pari a 8.791, un fenomeno che ha generato oltre 436 mila arrivi e oltre 1,5 milioni di presenze, +6,8% e il +7,4% sul 2017.
Il numero medio di invitati ad evento è stato di 49,6 e la spesa di € 56.890, per un fatturato totale stimato in 500,1 mln di euro.
Non ci meraviglia il fatto che al giorno del matrimonio, ne seguono almeno altri due per approfittare dell’occasione e trasformarlo in miniviaggio al fine di visitare i luoghi dove si svolgono i matrimoni stessi.
Come periodo per festeggiare il matrimonio, si predilige sempre più quello estivo, tra giugno e settembre con rito religioso osimbolico, celebrato in Luxury Hotel. In aumento anche i cosidetti “same sex wedding”, matrimoni LGBQT: la crescita è stata del +64% rispetto al 2017 e il fenomeno rappresenta ormai il 12% del mercato.
Ma da dove vengono le coppie straniere? Nel 2018 si sono registrati dati di provenienza in prevalenza da Regno Unito (28,1%), Usa (21,9%), Australia (9,4%), Germania (5,5%) e Canada (4,5%).
La Toscana rimane la più gettonata (30,9%), seguita da Lombardia, Campania, Veneto e Lazio. In forte ascesa negli ultimi anni Puglia e Sicilia.
DOVE HANNO PORTATO LE AZIONI DI MARKETING INTRAPRESE? Il Wedding Tourism in Italia si caratterizza sempre più come un fenomeno online, sia per gli operatori che per i clienti: se infatti per le strutture intervistate i motori di ricerca (23%) risultano essere il primo canale di acquisizione dei contatti, per le wedding planner lo sono i social network (24,8%); sul fronte clienti invece cresce l’uso di internet per raccontare il matrimonio con hashtag dedicati sui social e la creazione di mini wedding site.
Il settore però sembra avere bisogno di formazione specializzata:
secondo le wedding planner intervistate, infatti, ben il 60,7% ha dichiarato di essere interessato a seguire corsi professionali.
134 mila arrivi e oltre 540 mila presenze per un fatturato stimato di oltre 160 mln di euro: è il valore del Destination Wedding in Toscana nel 2018.
Secondo l’aggiornamento dell’indagine “Destination Weddings in Tuscany 2018”, realizzata da Centro Studi Turistici di Firenze per conto di Toscana Promozione Turistica, anche lo scorso anno la Toscana si è confermata la regione più ricercata dalle coppie di stranieri che hanno deciso di sposarsi in Italia.
I dati sono stati elaborati in seguito alle informazioni fornite da un campione di oltre 266 wedding planner e gestori di location.
 
( fonte dati: la titolarità della ricerca é di CBItalia)

TERRITORIALI ASSOCIATE

Unisciti a noi

Compilare il modulo per avere informazioni o per associarsi
Invalid Input
Invalid Input
Invalid Input
Invalid Input
Invalid Input
Invalid Input
Image
Image
Image
Image
Image